Principi di progettazione in PRFV | P-TREX
Logo PTrex

Principi di progettazione in PRFV

Il grande potere delle Fibre

Sappiamo che i compositi polimerici rinforzati con fibra di vetro, conosciuti come PRFV (Poliestere Rinforzato con Fibre di Vetro) sono sempre più utilizzati come materiali strutturali in molti settori manifatturieri come i trasporti, le costruzioni e nel settore energetico grazie alla loro leggerezza e resistenza alla corrosione rispetto ai metalli. Questo momento storico è favorevole per questi materiali perché i settori industriali sono alla ricerca di materiali leggeri, a basso impatto ambientale, che garantiscano un buon rapporto costo-beneficio.

 

Ma da dove derivano tutti i vantaggi del PRFV e cosa determina la sua indiscutibile superiorità rispetto ai materiali tradizionali?

Per rispondere a questo quesito bisogna riferirsi alla tecnologia con cui i profili in PRFV vengono prodotti e cioè la pultrusione. In questo processo ogni elemento ha delle proprietà intrinseche che determinano una caratteristica piuttosto che un’altra, per dare origine ad un semilavorato personalizzato.

In gergo tecnico, i materiali fibrorinforzati a matrice polimerica (F.R.P.) sono ottenuti dall’unione di fibre lunghe continue con altissime proprietà meccaniche impregnate in una resina polimerica di tipo termoindurente.

Le Fibre hanno la funzione di fornire al materiale composito resistenza e rigidezza.

La Matrice (o resina termoindurente) ha la duplice funzione di proteggere le fibre dagli agenti chimici esterni e di garantire il trasferimento degli sforzi da fibra a fibra e tra il supporto e il rinforzo F.R.P..

 

Si può affermare perciò che le proprietà meccaniche, chimico e fisiche del profilo dipendono dalla:

 

1. Natura della fibra utilizzata (fibra di vetro, carbonio, ecc..)

 

2. Disposizione della fibra(roving, met, stuoie, ecc..)

Il roving di vetro consiste in un rocchetto composto da filati di vetro. Le fibre che compongono il roving sono facilmente impregnabili con resine epossidiche o poliesteri e garantiscono un’ottima rigidità strutturale del manufatto ed al tempo stesso una notevole riduzione di peso, così da ottenere un eccellente risultato finale. Il prodotto finito, rinforzato da fibre roving permetterà il raggiungimento di altissime prestazioni. Le fibre roving da utilizzare sono differenti a seconda delle specifiche lavorazioni e variano in base alla tipologia di fibra che compone il rotolo (esempio, fibra di carbonio..)

 

 

3. Natura della resina e dagli additivi utilizzati

Infatti, per soddisfare diverse esigenze applicative e di esercizio, i prodotti P-TREX possono essere realizzati con resine termoindurenti dalle caratteristiche differenti.
Ecco sotto una tabella che sintetizza la performance che si può raggiungere utilizzando resine diverse.

 

 

Personalizziamo la tua soluzione sulla base della tua richiesta. Invia il tuo progetto a info@p-trex.it